LANCEREMO IL REFERENDUM PER USCIRE DALL’EURO E CONTRO IL JOBS ACT USEREMO OGNI MEZZO

«Dobbiamo uscire dall’euro per forza e nel più breve tempo possibile”. Dalla kermesse «Italia 5 stelle» del Circo Massimo, Beppe Grillo rilancia la parola d’ordine dell’uscita dell’Italia dalla moneta unica europea. «Stasera – ha annunciato dal palco:

M5S: Campidoglio, oggi documenti permesso Circo Massimo887bf996b2019cc4ec9ae5f1c909356c-009-kEHD--258x258@IlSole24Ore-Web

O ci riprendiamo la nostra moneta o non c’è futuro». Annuncia la raccolta di firme e dice: «Vediamo chi ce la darà la firma». Secondo Grillo «anche la Germania uscirà dall’euro. Sono al tredicesimo posto su diciotto per crescita e gli cala l’export. Non possono venire a farci lezione a noi». «Abbiamo delegato – è l’accusa del leader M5S – il nostro bilancio a banche che stanno a migliaia di chilometri da qui e siamo ingabbiati dal pareggio di bilancio in Costituzione e dal vincolo del 3% (deficit-Pil, ndr)». Obiettivo crescita dell’intelligenza e della cultura Secondo Grillo l’obiettivo da perseguire «è una nuova crescita, ma non la crescita delle auto e dei frigoriferi: è un’altra crescita che vogliamo, quella dell’intelligenza e della cultura». Poi, dopo aver rilanciato la proposta-cardine della politica sociale ed economica del movimento, il reddito di cittadinanza, ha concluso: «Il piano B per uscire da questa merda è il Movimento 5 Stelle. Non ce n’è un altro». Combatteremo contro il Jobs act «Non permetteremo mai di portare la gente alla fame: contro il Jobs Act combatteremo con ogni mezzo”. Così Beppe Grillo arrivando al Circo Massimo rilancia quella che, dice, sarà la linea d’azione del M5s: “vinceremo e lo faremo con il referendum sull’euro e con la battaglia sul Jobs Act”. ARTICOLI CORRELATI D’Alimonte: Di Maio leader solo se Grillo lascia La Costituzione è stata cambiata per non farci vincere Poi l’attacco al Capo dello Stato. «Se non era per Napolitano eravamo già al Governo. Con il 25% e il maggior numero di voti dovevamo avere noi l’incarico: è grazie a lui che è stata modificata la Costituzione. C’è stata una manipolazione della Carta e dei diritti democratici», ha detto Beppe Grillo . Di Maio: domani non ci sarà nessuna mia investitura «Mi dispiace deludervi ma domani non ci sarà nessuna mia investitura», ha dichiarato il deputato M5s Luigi Di Maio indicato come possibile ‘delfino’ di Grillo ai vertici del Movimento 5 stelle. «Oggi il Movimento è già un movimento allargato: non ci sono solo Grillo e Casaleggio e loro stessi sono contenti di questo». Convinco Pizzarotti. Il Sindaco: che vuol dire? Il sindaco di Parma, Federico Pizzarotti, il catalizzatore principale delle aspettative di chi nel Movimento 5 Stelle ha posizioni critiche nei confronti dei vertici, è stato evocato da Bebbe Grillo dal palco del Circo Massimo, dove e’ in corso la tre giorni «Italia a 5 Stelle»: «Convinceremo Pizzarotti», ha detto il leader del movimento. «Ma convinceremo cosa vuol dire?», è stata la replica di Pizzarotti ai giornalisti che gli hanno riferito della battuta di Grillo. Il sindaco di Parma è stato escluso dal programma ufficiale degli oratori del Circo Massimo, «e sono sicuro – ha detto – che oggi mi chiederanno solo di questo. Ma questo non è il problema più grosso. Io voglio parlare di contenuti, del debito di Parma che abbiamo ridotto, di quello che abbiamo fatto». Federico Pizzarotti ha ironizzato sulla stilettata che ieri Beppe Grillo gli ha indirizzato dal palco, sostenendo che il movimento ha sindaci “più o meno buoni”. «Sui meno buoni Beppe si riferiva a lui», dice Pizzarotti indicando Filippo Nogarin, il neo sindaco di Livorno che è al suo fianco. Calorosa è l’accoglienza che gli attivisti riservano a Pizzarotti mentre è assediato da telecamere e cronisti, qualche coro si leva attorno a lui per scandire un “Pizza, Pizza”. Blog di Grillo: nessun flop al Circo Massimo Il Movimento 5 stelle, poi, respinge dal blog la lettura fatta dagli osservatori esterni sull’afflusso dei militanti e dei simpatizzanti alla kermesse del Circo Massimo. «I numeri – si legge sul blog di Grillo – della prima giornata di Italia 5 Stelle. Alle polemiche, ai titoloni di giornale che tirano le somme dopo il primo giorno e alle foto fatte ad arte per dissimulare, preferiamo la chiarezza dei numeri. Ecco allora le cifre che raccontano la prima giornata di Italia 5 Stelle al Circo Massimo: l’area davanti al parco è all’incirca di 10mila metri quadrati e durante l’intervento serale di Beppe Grillo l’area era piena. Considerando che in uno spazio di 1 metro quadro possono stare da 2 a 4 persone, la matematica ci dice che davanti al palco c’erano tra le 20mila e le 40mila persone». In totale secondo le stime del movimento in piazza sarebbero arrivare tra le 45mila e le 50mila persone. Poco gradita la presenza di giornalisti Giornalisti derisi, insultati, sfidati. Cronisti col taccuino, operatori con telecamera, perfino i fotografi: chiunque faccia pensare alla «stampa» viene visto guardato con diffidenza. Talvolta deriso, insultato, quasi sfidato. L’accusa non e’ nuova: i giornalisti sono «venduti», «servi del potere», «pennivendoli».

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: