M5S’ CONFUSION AND GOING DOWN

Prima era la guerra alla casta, adesso è la rissa nell’aula del Senato contro la riforma del lavoro. C’è una certa confusione politica nel Movimento Cinque Stelle, per non dire di quello che avviene nel Parlamento
M5S, dalla guerra alla casta alla rissa in aula
europeo dove non sembra che l’alleanza con i nazionalisti inglesi abbia portato molta fortuna. È dunque in questo clima di incertezza e sostanziale crisi di idee che l’esercito di Beppe Grillo si prepara alla sua “kermesse” del Circo Massimo a Roma. Sono lontani i tempi in cui la conquista dell’Italia sembrava a portata di mano. Oggi i sondaggi sono ancora buoni, ma la spinta propulsiva sembra smarrita. In questi mesi il messaggio di Matteo Renzi si è rivelato più solido e accattivante di quello di Grillo. Anzi, il ridimensionamento dei Cinque Stelle è la vera vittoria politica del presidente del Consiglio. Assai più strategica della fiducia scontata ottenuta al Senato sulla riforma del lavoro, con conseguente, ovvia sconfitta della minoranza del Pd. Che però, a differenza dei “grillini”, aveva già da anni perso la guerra e anche, via via, la propria identità.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: