LA VITA E I MANDATI DI NAPOLITANO

10403379_10152460547691730_4165052237567171871_n

Renzi ha infranto talmente tanti tabù della Merkel, da far sembrare Unione europea e il nostro infausto futuro senza più segreti. L’unica incognita sulla quale nemmeno il politico più geniale e stimato può esprimersi, a parte l’annosa questione di chi pagherà il debito, è quanto sarà lunga la vita di Napolitano: troppe variabili rendono il quesito sulla sua durata materia di cartomanti e lettori della mano più che di politici o studiosi. Oppure no? Perché nonostante non esista al momento uno strumento che possa dirci quanto può vivere o quanti mandati può ricoprire un Presidente, ciò non significa che alcuni ambiziosi ricercatori non stiano tentando di metterne a punto uno. Come ad esempio gli scienziati dell’Università dell’Illinois di Chicago, che hanno brevettato uno scanner ad alta risoluzione che, attraverso l’analisi del viso, riesce a prevedere anche quest’ultima incognita. I ricercatori americani ritengono che la velocità in cui invecchia un volto possa svelare molto riguardo alla longevità di un individuo. Se vi sembra fantascienza, basti pensare che la tecnologia per il riconoscimento facciale viene utilizzata già da tempo, per ricostruire il viso di un criminale latitante, non protetto da immunità o di un bambino scomparso da mesi e anni, con connotati completamente diversi a causa del biologico sviluppo fisico. Allo stesso modo, dunque, secondo gli studiosi americani si può predire la velocità di decadimento di un presidente, tenendo anche conto che i politici di un partito longevo tendono solitamente ad essere più longevi anch’essi e ad aspirare ad un terzo mandato. Ma tale scoperta non implicherebbe solo la soddisfazione di una nostra malsana curiosità: anche perché nessuno, toccate ferro, può predire se un aereo cadrà sul Quirinale. Lo scanner avrà anche applicazioni pratiche: la presenza di una senilità precoce nel viso potrà portare ad una terapia preventiva nominando un Napolitano quarto. La cabala è aperta.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: